Tre Medaglie ai Campionati Italiani di Bari 2017

 

“Una cintura nera è una cintura bianca che non si arrende mai”(cit. Royce Gracie) ,

e questo lo sanno e l’hanno dimostrato due noti atleti bagheresi della A.S.D. Champions Taekwondo Lo Iacono: Domenico Lo Galbo e Danilo Lo Iacono.

 

Danilo, il “giovane trentenne” della vecchia scuola, tornato sui campi di gara da poco più di un anno e conquistando sempre il podio, ha dimostrato (se mai ce ne fosse stato bisogno) che ricominciare e rimettersi in gioco a trent’anni si può fare.
Dai Campionati Interregionali di Sicilia, Calabria etc. , agli Internazionali di Londra e Catania, ne arriva la conferma a Bari lo scorso week end ai Campionati Italiani Seniores, con una bellissima Medaglia di Bronzo nella massima categoria.

E Domenico, atleta che ha partecipato pure ai mondiali di taekwondo, reduce da un doppio infortunio che lo ha costretto al riposo forzato per due interminabili anni.
Il mese scorso ritorna a gareggiare in occasione degli interregionali di Calabria ed arriva primo, ma la conferma del suo ritorno è stata la medaglia di Bronzo nella -74 Kg di domenica scorsa.
Avrebbe potuto aspirare anche all’oro, era nelle sue corde, ma il blocco mentale dopo lo sfortunato e speriamo ormai archiviato infortunio, ha inficiato il suo approccio alle gare di domenica.
Ma non c’è due senza tre!!!

La giovane Katia Caeto , sempre del Team Lo Iacono, completa la cornice di un ricco bottino con un’altra Medaglia di Bronzo nella – 68 Kg cinture rosse juniores.

A condurre i tre atleti sul podio, il loro giovane ma promettente coach Manuel Lo Iacono.
Figlio d’arte e atleta di spessore internazionale, Manuel è il cavallo da corsa scalpitante le cui redini in mano ai medici che lo curano, se non tenute con estrema forza, lo portano occasionalmente a trasgredire come successe all’Open di Londra dove vinse l’Oro. Auguriamo un celere ritorno sul tappeto non solo come coach ma anche da atleta spettacolare e grintoso quale è.
Nessuna medaglia, ma un grande bagaglio di esperienza conquistato per gli altri atleti della Champions: Giuseppe Zizzo,Giuseppe Greco, Vincenzo Porrello, Davide Roccheri e Tony Cucinella.
Tutti al loro primo Campionato Italiano hanno dimostrato enorme coraggio, ma l’emotività e il grande palcoscenico sul quale erano di scena l’ha fatta da padrone.